TRASPORTO ANIMALI DOMESTICI

TRASPORTO ANIMALI DOMESTICI: IL MODO ESATTO DI TENERLI A BORDO.

ECCO COME TRASPORTARE GLI ANIMALI DOMESTICI SUL NOSTRO VEICOLO

La principale funzione del sito www.sullastrada.it è quella dare risposte certe ai numerosi lettori che manifestano dubbi su varie materie legate al mondo della circolazione stradale

Potete anche contattare privatamente ed esporre eventuali dubbi in merito alla circolazione stradale, riceverete una risposta via email, o come in questo caso prenderemo spunto per pubblicare articoli a tema specifico.

Il Trasporto animali domestici sul proprio veicolo secondo le norme dettate dal Codice della Strada.

L’articolo 169 del Codice della Strada disciplina questa fattispecie, e stabilisce che:

  • E’ consentito trasportare sul proprio veicolo ESCLUSIVAMNETE animali domestici, anche in numero superiore ad uno, purché non costituiscano impedimento per la guida, gli animali domestici siano custoditi in apposita gabbia o contenitore o stare anche nel vano posterioresoltanto se viene appositamente diviso da rete o altro analogo mezzo divisore idoneo. Se Il divisore, viene installato in via permanente, apportando modifiche costruttive al veicolo, dovrà essere autorizzato dal competente Ufficio Motorizzazione Civile.

Non è permesso altro metodo di trasporto di animale domestico o altri sistemi di ritenuta come cinture attaccate al collare ecc..

La violazione comporta una sanzione amministrativa di 85,00 euro se il pagamento avviene entro 60 giorni, di 169.00 se avviene oltre 60 giorni con possibilità di pagamento in misura ridotta del 30% pari a 59.50 euro se il pagamento avviene entro i 5 giorni dalla contestazione o notificazione. È anche prevista la decurtazione di 1 punto sulla patente di guida.

Il conducente ha la responsabilità dell’animale a bordo e deve evitare ad esempio che lo stesso si sporga dai finestrini o che possa procurare danni a sé o ad altri.

È altresì importante sapere che chi procura lesioni o la morte dell’animale è punito penalmente.

È inoltre “reato di abbandono” lasciare da solo l’animale con finestrini chiusi sotto il sole.

fonte: sullastrada.it

Nessun commento ancora

Lascia un commento